sabato 29 settembre 2012

parallelismi instabili

mancano meno di tre mesi alla scadenza, e ne sono passati più o diciotto dall'avvio.
per molteplici ragioni i più sono spariti, eppure l'impressione è rimasta quella che buona parte di loro sia rimasto parallelo.
alle parole si è preferito il silenzio, ma qualcosa mi dice che sussista questa dualità tra ciò che è palesato e quel che è sottaciuto.
sopore collettivo o un'ancora acerba presa di consapevolezza di quanto stia cambiando.
eppure sfido chiunque a dire che invece "tutto è rimasto com'era un anno fa" e a chi dice che "tutto cambia continuamente" rispondo che sarà vero, e lo è, ma così tanto è già più raro.
estinzione e/o rinascita sono un po' la stessa cosa o per lo meno a una succede l'altra.
l'attesa è più uno scorrere dei tempi "tecnici" necessari a individuare una direzione certa.
anche se può sembrare che in qualche modo ciascuna meteora viaggi in parallelo con le altre sappiamo bene che esse derivano da un centro e hanno quindi la loro traiettoria solitaria a meno di scontrarsi l'una con l'altra, quindi ho poco stupore per le assenze che a loro modo sembrano confermare quello che pensavo di palesare con i paralleli.
dunque si va avanti almeno fino al 21 dicembre.


6 commenti:

  1. probabilmente all'epoca della fondazione del blog il tuo talento è consistito proprio nel cogliere la vocazione all'estinzione/rinascita di quelli che contattasti; il problema è che, appunto, ciascuno se ne è poi volato via per traiettorie diverse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente all'epoca giravo molto e tenevo una trentina di contatti in modo assiduo, adesso ho smesso entrambe le cose.
      ma credo che in ogni caso sia un po' questo il destino dei blog, un'altra sindrome oltre a quelle già identificate, quella di apparire e sparire.
      i più hanno chiuso alcuni hanno riaperto di altri ho perso le tracce, ma può essere che siano rinati altrove.
      intanto osservo.
      al momento questo blog assomiglia a un fossile preistorico, ma sono fiduciosa che in futuro possa deviare in una direzione diversa.
      benchè languisca, stranamente è seguito da una nicchia, ma ogni tanto si aggiunge qualche lettore (alcuni saranno "fasulli" ma altri so per certo di no)
      vedremo.

      Elimina
  2. Ti ricordo Teti che alcuni scienziati in Giappone stanno studiando sulla possibilità di clonare un mammut utilizzando il DNA intatto estratto da un esemplare congelato (detta volgarmente eh)!
    Credo si stia studiando anche la clonazione attraverso DNA ricavato da un fossile.
    Come vedi tutto è utile!
    Vado che è tardi!
    Paola

    Ps. "vocazione all'estinzione" è strepitosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedrai che trovo un'idea per rilanciarlo:)

      Elimina
  3. a me piacque proprio il senso unico alternato che, tutti, si percorreva.. si torna, non si atterra ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che ognuno abbia interpretato i paralleli in modo personale e soggettivo, ma la mia ottica è diversa perchè in qualche modo ho sempre seguito tutti e parlato con ciascuno anche fuori del blog.
      così so o posso intuire come e dove siano i paralleli e come mai si sia spezzato un filo tra loro e qui.
      alcuni sono persi completamente, altri non avrebbero nemmeno partecipare, ma forse un esiguo numero è rimasto invisibile ma in qualche modo c'è o pensa di tornare.
      del resto era un esperimento mica un teorema da dimostrare.
      ci sarà il tempo per un seguito, del resto la solitudine e il silenzio sono la mia dimensione:)

      Elimina